Testimoni di Geova

Aldo e Bruno
1  Guido:  Buon giorno
2  Aldo:  Buon giorno, mi chiamo Aldo e questo è Bruno.
Siamo qui in zona e parliamo con la gente di cose spirituali.
3  Guido:  Interessante, mi chiamo Guido. Piacere di conoscervi.
4  Aldo:  Piacere.
5  Guido:  Siete Testimoni di Geova?
6  Aldo:  Si.
7  Guido:  Ho una domanda da farvi. Ho un coltello sulla schiena
e ho tre minuti da vivere. Come posso entrare nel Regno?
8  Aldo:  Tre minuti! Perbacco. Beh, devi vivere una buona vita, imparare
di Geova, andare di porta in porta, aiutare la gente, pregare, ecc.
9  Guido:  Non posso fare nulla. Ho un coltello nella schiena. E non riesco
a vivere una buona vita. Ho mentito, rubato, sono un fornicatore  
e un bestemmiatore.
Ho ancora due minuti. Aiutatemi.
10  Aldo:  Um …
11  Guido:  Un minuto da vivere. Potete aiutarmi? Come posso entrare nel Regno?
12  Aldo:  Mi dispiace: Non possiamo aiutarti.
13  Guido:  Aldo, pensa al malvivente appeso alla croce (vicino a quella di Gesù).
Disse che era condannato giustamente. Non penso che pensasse che
la legge dei Romani era giusta nel condannarlo. La giustizia per un
ladro normalmente era qualche mese di prigione, non la pena di morte.
Penso che stesse parlando della Legge di Dio. Essa lo aveva
giustamente condannato. Non poteva fare niente per essere salvato.
Non poteva andare da nessuna parte; le sue mani e i suoi piedi erano
inchiodati alla croce.
Permettimi di farti una domanda: Pensi di essere una persona buona?
14  Aldo:  Si.
15  Guido:  Pensi di aver osservato i dieci Comandamenti?
16  Aldo:  Penso di si. Ci provo.
2
17  Guido:  Esaminiamo alcuni dei Comandamenti per vedere come te la cavi.
Quante bugie pensi di aver detto in tutta la tua vita?
Intendo bugie vere, non solo bugie "bianche".
18  Aldo:  Probabilmente ho detto molte bugie nella mia vita.
19  Guido:  Quante, pensi? Cinque? Dieci?
20  Aldo:  Forse venti o trenta.
21  Guido:  Come lo chiami qualcuno che dice bugie?
22  Aldo:   Un bugiardo. Ma è stato nel passato.
Mi sono pentito e ho cambiato vita.
23  Guido:  Spesso pensiamo con leggerezza al mentire, chiamando le bugie
frottole o "bugie bianche", ma la Bibbia ci dice che "la lingua bugiarda  
è in abominio al Signore” (Prov 6:17).
Ciò significa che le bugie sono "estremamente detestabili" per lui.
Hai mai rubato qualcosa, in tutta la tua vita?
24  Aldo:  Si, ma è stato anni fa. Come ho detto, sono cambiato.
25  Guido:  Aldo, come lo chiami qualcuno che ruba delle cose?
26  Aldo:   Un ladro.
27  Guido:  Hai mai usato il nome di Dio invano?
28  Aldo:  Sì. Una volta lo facevo.
29  Guido:  Pensaci. Geova ti ha dato la vita. Ti ha dato occhi per vedere la
bellezza di questa creazione. Ti ha dato le orecchie per godere la
buona musica, papille gustative per godere il buon cibo.
Ha profuso la sua bontà su di te, e tu hai usato il suo nome santo
come una parola di maledizione per esprimere disgusto.
Questo è un peccato molto grave - che viene chiamato "bestemmia".
30  Aldo:  Hai ragione.
31  Guido:  Gesù disse: “Chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già
commesso adulterio con lei nel suo cuore” (Mt 5:28).
Hai mai guardato con desiderio? (desiderio sessuale).
32  Aldo:  Si, signore.
33  Guido:  Allora hai commesso adulterio nel cuore agli occhi di Dio.
Dunque, Aldo, ecco un riassunto di ciò che abbiamo scoperto.
Non sei la persona "buona" che pensavi di essere.
Per tua stessa ammissione (non ti giudico), hai mentito, hai rubato,
hai bestemmiato, hai commesso adulterio nel cuore.
3
E devi affrontare Dio nel Giorno del Giudizio.
Se ti giudica secondo i Dieci Comandamenti, sarai innocente
o colpevole?
34  Aldo:  Se è secondo i Dieci Comandamenti, sarò colpevole.
35  Guido:  Andrai in Paradiso o all’Inferno?
36  Aldo:   Penso che andrei all'Inferno, se sono le uniche due scelte.
37  Guido:  Tu e io siamo criminali agli occhi di Dio,
e qualsiasi buona opera che facciamo non può salvarci.
Le nostre "buone opere" sono in sostanza un tentativo di corrompere
Dio. Siamo esattamente nella stessa situazione del ladrone sulla croce.
Ricorda, non poteva andare da nessuna parte o "fare" qualsiasi cosa -era inchiodato a una croce.
Anche noi siamo criminali colpevoli che hanno infranto i Dieci
Comandamenti, e la Legge di Dio ci inchioda.
Questo ci lascia con l'unica alternativa che il ladrone aveva - essere
salvato per grazia mediante la sola fede in Gesù.
Lui "si rivolse" a Gesù.
Questo è ciò che dobbiamo fare attraverso il ravvedimento.
Poi disse: "Signore, ricordati di me ..." Perciò credette che Gesù era
il Signore, e che sarebbe risorto dai morti.
Questi sono i requisiti per la salvezza (cfr Rom 10:9-10).
Dobbiamo fare la stessa cosa.
Gesù soffrì e morì sulla croce, prendendo la punizione
per i nostri peccati.
Noi abbiamo infranto la Legge, e Gesù ha pagato la nostra pena
dando la sua vita.
Ciò significa che, grazie alla sofferenza, morte e risurrezione di Gesù
Cristo, Dio può ora archiviare il nostro caso.
Può commutare la nostra condanna a morte e permetterci di vivere.
Ciò che dobbiamo fare è: ravvederci, e riporre la nostra fiducia
in Lui solo (non nelle nostre opere) per la nostra eterna salvezza.
Grazie, Aldo, per avermi ascoltato.

EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol
Visit Us On FacebookVisit Us On Youtube